Scaricare Certificato Medico Inail

Scaricare Certificato Medico Inail  certificato medico inail

Certificato medico di infortunio - Supporto al servizio online. Cronologia delle versioni di certificati di infortunio. Aggiornamento: 18 luglio .docx - 41 kb). Certificato medico Inail infortunio malattia professionale causa di servizio nuove regole per l'invio online da parte del medico o struttura. Ricerca per Codice Fiscale e Numero Certificato. Codice Fiscale. Num. Certificato. Codice di controllo: Altra immagine. Codice di controllo. A cura di Silvia Bradaschia. Dal 22 marzo i certificati medici per gli infortuni sul lavoro saranno disponibili nel portale dell'Inail e il datore di lavoro li dovrà. Con un avviso pubblicato sul sito istituzionale lo scorso 8 novembre, l'INAIL comunica che sono disponibili nuove funzionalità on line per la.

Nome: certificato medico inail
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 54.34 MB

Più facile da usare e più veloce contro le lentezze burocratiche, arriva il nuovo applicativo Inail per spedire online i certificati sugli infortuni. E riapre tra i medici lontani interrogativi: la convenzione con Inail vige o era stata disdettata nel ? Un problema è risolto. I sindacati dei medici di famiglia hanno spiegato che il medico, anche in forza di sentenze Tar, è libero di aderire o meno alla convenzione con Inail.

Sul punto come vedremo resta incertezza. Non è stata invece fatta chiarezza sul se un certificato spedito da medico accreditato nel sistema vada sempre considerato libero professionale.

Mi è stata riconosciuta una settimana di infortunio. Ho fatto la visita col medico inail ma nonostante la mia patologia e il mio comunicare che avevo ancora dolore, ha chiuso l infortunio.

Mi sono rivolta al patronato ed abbiamo fatto richiesta di riapertura infortunio, nel mentre il mio medico mi ha fatto dei certificati medici per coprire i giorni.

Il giorno della visita collegare con il medico Del patronato, ho ritrovato lo stesso medico che ovviamente ha bocciato la richiesta rifiutando il riconoscimento Dell infortunio.

Quello che vorrei chiederle è cosa posso fare ora? Possibile che un invalido non sia per niente tutelato e che l inail non riconosca nulla nonostante abbia presentato una risonanza magnetica che attenti il danno subito?

Grazie anticipatamente e buon lavoro. Non è un caso semplice, soprattutto considerando che le ha una patologia particolare. Ho lavorato per una ditta edile dall al 1 Novembre , lavoravo con matteli e perforatori pneumatici per tagliare la pietra. Nel mi hanno licenziato per che ero tropo malato Al suo consiglio ho fatto le domande per la MP.

In Quella momento mie stata rifiutata la MP per Tendinopatia spalla destra. Nell il mio ex dottore di famiglia mi ha sbagliato un sacco di certificati ha fato certificai MP dove non mi ha referitto tutte le malattie Anche quelli dell INAIL mi jano detto che ci voleva per ogni malattia un certificato medico e lui si e rifiutato a farmile Si come da poco ho cambiato il dottore e ho de le malattie certificate la stessa tendinopatie della spalla SX e le discopatie lombare e cervicale s.

Ci ringrazio anticipamente per tutta la sua gentilezza. Ci sono dei tempi oltre il quale la domanda è tardiva. Per la spalla, visto che si tratta di vibrazioni da uso di martelli pneumatici e perforatori, il termine è 4 anni, quindi è ancora in tempo.

Grazie per la sua risposta. Io adesso sono arrivato a 13 per cento e mi hanno saldato … cancellato dal moderatore … dano biologico. Grazie di nuovo. Quelli che vuolevo chiederlo dottore, e che adesso se io sono arrivato a 13 per cento riconosciuti. Vi ringrazio nuovamente. Buona sera dottore mi chiamo Andrea e ho un piccolo quesito:ho fatto il ricorso di malattia professionale a febbraio ma ad oggi non ho ricevuto risposte.

Anzi, il silenzio è negazione. Le consiglio comunque di sollecitare. Buonasera Dottore,ma come mi aveva detto qualche giorno fa,io ho avuto un indennizzo,non una rendita. Per cui a mio malincuore devo dire che inps e inail sono strutture di una nazione,dove le persone che lavorano onestamente NON sono tutelate,ma fregate da un sistema fatto a doc,dove si passano la palla e il cittadino rimane fregato.

Grazie Dottore e buonasera. Non desista! Prima ricorso e poi, eventualmente e se sussistono i presupposti, azione legale! Buongiorno Dottore Nicolosi. Ho lavorato per una ditta edile fine ad ottobre, In tutto quel periodo ho contattato diverse mal attie ipoacusie bilaterali, epicondiliti,tendinite de la spalla, spondiloosteo artrosi, Si come mi hanno licenziato oltre 2 anni fa, sonno ancora in tempo a denunciare la malattia professionale?

Buonasera Le patologie sono diverse tra loro. Scusi Dottore,non so se sto antipatico agli spam,oppure è il mio computer che è impazzito. Le ho posto un paio di quesiti,ma quando vado a vedere se mi ha risposto,le mie domande sono sparite. Poi a volte è come se avesse modernizzato il suo sito. Non vorrei che le arrivassero più volte le mie domande,non è che sono insistente, non so se le arrivano.

Buona Giornata. In un periodo di circa 15 giorni praticamente non ho ricevuto nessun commento, probabilmente per un malfunzionamento che non sono riuscito ad identificare.

Ora sembra si sia rimesso in funzione tutto, ma non so il perchè. Reinvii il commento; spero che questa volta passi. Buonasera Dottore. Una settimana fa le ho fatto una domanda,per caso il mio messaggio è finito negli spam? Grazie Marco. Mi chiedevo infatti come mai, negli ultimi giorni, i commenti erano quasi inesistenti.

INAIL: Certificati di malattia professionale e Ricerca certificati

Ancora non ho risolto il problema non sono un informatico , ma comunque riprovi ad inviare. Se si,in che percentuale. Grazie Dottore. Ma attenzione. Grazie dottore. Ha fatto un tentativo di pulizia ed ora sto facendo 3 mesi di antibiotico nella speranza di un successo. Grazie Dottore e Buona serata. Quindi la risposta è affermativa.

Buongiorno Dottore,volevo chiederle,visto la sua grande professionalità,se poteva spiegarmi che differenza cè tra malattia professionale e invalidità civile.

Io non voglio tenere 2 piedi in una scarpa ma almeno vorrei che non mi fosse tolto il tesserino per il parcheggio invalidi. Grazie Dottore per la risposta. La differenza è notevole e in alcuni casi esistono delle incompatibilità.

Le leggi che le regolano sono differenti e sono molto differenti anche i benefici ottenibili. I problemi, a mia conoscenza, non nascono per i benefici accessori, tipo quello del parcheggio per soggetti con ridotte capacità motorie, ma solo per i benefici economici. Un accertamento amministrativo, ad esempio se il datore di lavoro ha presentato la denuncia di malattia profesisonale. Quindi in successione un accertamento medico ed un accertamento tecnico.

Se il datore di lavoro non da informazioni o se indica valori di esposizione al rumore al di sotto di una certa soglia, il medico INAIL deve chiodere la pratica negativamente.

Per il medico occorre dimostrare un dolo e questo è veramente difficile. Infarto sono stato trasportato in ospedale al pronto soccorso per le cure del caso e poi successivamente sono stato ore reato con tre bypass. Cosa ne pensa e come mi devo comportare? Grazie anticipatamente. Da un punto di vista formale non è difficile, difficile è poi riuscire ad ottenere il riconoscimento.

Naturalmente a distanza non sono in grado di giudicare se effettivamente sussistono i presupposti per un accoglimento. Cosa mi consiglia oltre forse a cambiare lavoro,qualora qualcuno assuma anziana di 52 anni???

Si deve fare un ricorso con richiesta di visita collegiale e generalmente i patronati meglio organizzati hanno un medico che cura questo tipo di pratiche.

Salve Dottore. Ora mi chiedo come mai? Quindi tutto si gioca su questo punto. Buonasera, sono un pubblico dipendente. Lei potrebbe informare il medico competente quando farà la visita periodica che spero che le facciano fare! Altrimenti non è tenuto. Egregio Dottore, Sono un operaio edile di 63 anni ed in seguito a visita medica di controllo di lavoro,il medico del lavoro ha dichiarato la mia inabilità temporanea alla mansione in data 3 Marzo.

Qual é la cosa migliore da fare? Grazie Saluti. La soluzione è rivolgersi ad un patronato ben organizzato che potrebbe mettere a disposizione la sua struttura medico-legale. Egregio dottore,da circa cinque mesi soffro di dolori in flessione al ginocchio destro,e ultimamente la notte sento ancora dolore.

Durante il giorno zoppico vistosamente soprattutto quando lavoro e salgo le scale. Lesione ed estrinsecazione tibiale del corpo-corno posteriore del menisco interno. Nella norma il menisco esterno. Sinovite diffusa con quota di versamento nei recessi supero-laterali ed articolare. Ispessimento delle settature del corpo adiposo di Hoffa. Rotula in lieve sub-lussazione esterna.

Faccio il facchino con movimentazione di carichi manuali da circa 37 anni,potrei secondo Lei fare domanda per Malattia Professionale per Meniscopatia Degenerativa? Nel suo caso il problema non è la patologia, ma il nesso di causalità tra la sua attività lavorativa e la sua patologia.

Occorre cioè dimostrare che le sue mansioni lavorative hanno provocato per un lungo periodo un tale sovraccarico funzionale al ginocchio da aver provocato le lesioni evidenziate alla RMN. Naturalmente a distanza non posso affermare che la sua patologia sia di natura professionale; occorre ricostruire la storia lavorativa, valutare le mansioni svolte ed escludere altre cause attività sportive ad esempio. La sicurezza interna del mio Ospedale ha richiesto parecchie volte RMN esito varie ernie cervicali e una lombare con mielopatia cervicale.

Sono andato in pensione e i disturbi si aggravano, dopo varie visite neurochirurgiche non potedo essere operato mi ha seguito un neurologo. Diagnosi:mielopatia e grave paraparesi spastica.

Precedentemente la ex commissione medica militare mi ha riconosciuto la mia patologia come dipendente da causa di servizio Tab A. Non sapevolo nonostante la domanda da me presentata per riconoscimento ML per mielopatia e paraparesi spastica che il patronato avesse chiesto aggravamento infortunio per più erni. Le chiedo come posso uscire da questa situazione.

La ringrazio cordialmente. La procedura per il riconoscimento di una malattia professionale è ben codificata e deve essere seguita secondo i dettami della normativa.

E altro ancora. A distanza è impossibile. Una precisazione procedurale, per far capire anche come vengono espletate le visite collegiali in alcuni casi.

Oltretutto il suo è un caso molto particolare. La situazione negli ultimi 4 anni è peggiorata, in particolare sono colpite le zone sacroiliache sacroileite ,le mani,e le ginocchia. Grazie della sua risposta. Mi pare strano quaesta miopia da parte dei responsabili. Cosa posso fare. Buonasera , sono dip.

Certificati medici Inail solo on line e novità per il datore di lavoro

Ora da alcuni anni manifesto dolore alla mano destra e alla spalla. Non mi sono mai assentata dal lavoro per questo motivo anzi ma ora purtroppo avverto formicolio e dolore sindrome del tunnel carpale? Premetto che questo esame e il secondo a cui mi sottopongo dopo 4 anni. Ma comunque occorre valutare il tempo, ogni giorno, durante il quale, ad esempio, usa un mouse o utilizza la tastiera.

Se tale tempo supera certi valori di riferimento, che in questo momento in verità non ho a disposizione, allora potrebbe essere riconosciuta la malattia professionale. Nicolosi Buonasera. Cordiali saluti. Non è malattia. Il CTU agisce secondo percise istruzioni del giudice e quindi in realtà dipende proprio dal quesito del giudice. Nella mia esperienza nella stragrande maggioranza dei casi in effetti il quesito, per la parte che riguarda la valutazione, è approssimativamente questo.

Non so come iniziare. Ho lavorato per una ditta edile che facevamo lavori con marteleti e perforatori pneumatici. Nel novembre ho fatto le domande per malatia professionale per ipoacusia bilaterale ,epicondilite e tendinopatia scapolo omerale.

Per la tendinopatia non avevo ancora il risultato del ecografia e cosi inail mi hanno fato lorro una ecografia senza dirmi che cosa risultava. Nel mese di aprile mi e arrivata la letera del inail con la scritta : non ce la malatia denunciata: In fra tempo mi era arivata la mia ecografia che dimonstrava che la malattia cera. Ho fatto il ricorso tramite patronatto Inca. A Dicembre sono stato chiamato al Inail per la visita colegiale.

Mi hano fato una picola visita colegiale e mi hano detto che dovrei avere una risspota a breve. Ieri sono recato al uficio inail dove mi dicono sempre il ricorsso e stato acolto e a breve mi convocherano per la visita Ma e possibile che sbaliano qualcos?

Io a dicembre ho fatto gia la colegiale. Mi puo dire per cortesia piu o meno quanto tempo ci vuole per definire la mia pratica e qualche consiglio per futturo. Vi ringrazio in anticipo, e li auguro una buona giornata. In realtà di solito, tranne malfunzionamenti del sistema, o problemi di orario, o rinvii per acquisizione di documentazione. Non sempre queste collegiali vengano fatte insieme e quindi quando si è informato … parlavate due lingue diverse.

A volte il linguaggio tecnico è diverso da quello usuale. Vorei chiedere se ho la posibilita di prendere un risarcimento,grazie! Le consiglio di rivolgersi ad un patronato ben organizzato per ottenere una consulenza da parte del loro medico legale di riferimento.

Buonasera Dott. Nicolosi,non sapevo che fosse malattia professionale tunnel carpale. Ma anche dito a scatto? Lavoro con anziani a domicilio sono ASA assunta da una coop. Non sapendo che si poteva fare richiesta x malattia professionale sono ancora in tempo.

La ringrazio x la sua disponibilità. Buonasera dottore,dopo avere letto la risposta che ha dato al signore che mi ha preceduto non ho potuto fare a meno di scriverle.

Perchè non vengono tutelate le persone dottore? Grazie ancora Nicola Massari. Per prudenza io non supererei i mesi. Mi domando innanzitutto la forma del ricorso è quella ex art.

Vi ringrazio anticipatamente. Egregio Dott. Alla prima domanda non posso rispondere perchè la cicatrice va vista direttamente. Grazie per la risposta,mi mancano circa 5 anni per la pensione e faccio questo mestiere da 30 anni e ho smesso di fumare da circa 4 anni quanti numeri!

La saluto cordialmente. Gradirei conoscere la fonte normativa che prevede sei anni di tempo, pena prescrizione, per la denuncia della malattia professionale da parte di chi è in pensione. Solo ora ho visto la risposta. La ringrazio sentitamente per la disponibilità e competenze dimostrate.

Buon Non so se ha i requisiti ammnistrativi, ma da quello che leggo mi pare che i requisiti sanitari ci siano e quindi avrebbe buone possibilità di ottenerne la concessione. Dottore,la mia non era una battuta alla sua risposta data in data 28 dicembre,ma per la mancata risposta a quella del 30 dicembre. Se riesce a recuperare il messaggio dagli spam va bene,altrimenti grazie lo stesso.

Qualche volta mi convinco che esistono spiritelli dispettosi che imperversano in computer e scrivanie. Buonasera dottore,tramite il patronato INCA cgil circa 4 anni fa ho intrapreso il percorso per il riconoscimento della M. Morale della favola,si va in tribunale ed il giudice nomina un CTU dove,dopo avermi visitato,mi nega la M.

Mi hanno accettato il rachide lombosacrale Tutte 5 le vertebre compromesse ,rifiutato il ginocchio Dx,ora con le protesi alle anche,è possibile essere preso in considerazione il reale handicapp,che il pesante lavoro mi ha regalato? Grazie per la risposta Dottore.

Mi scusi il ritardo per la risposta ma, per motivi misteriosi, il suo commento era stato considerato spam da un sistema automoatico e quindi eliminato provvisoriamente. Buonasera, Ho 47 anni e da 23 faccio il camionista,con il passare del tempo si sono riscontrati dei problemi alla colonna vertebrale dopo aver eseguito una serie di esami mi è stata diagnosicata un in corrispondenza del livello L5-S1 un focale reperto di spondilo-disco-artrosi caratterizzato da sclerosi ed irregolarità delle limitanti vertebrali con protrusione discale ad ampio raggio che determina la riduzione dei canali radicolari bilateralmente,al livello L4-L5 minima protrusione ad ampio raggio del disco L4-L5,nel tratto L3-S1 apprezzabili segni di degenerazione artrosica delle articolazioni.

Tra L5-L3 riduzione del canale spinale. L 11 settembre sono stato sottoposto ad un intervento neurochirurgico di ernia discale L5-S1 con osteofitectomia microchirurgica ed ampia neuroforaminotomia.

Ho diritto alla malattia professionale? Se si in che percentuale? In attesa della vostra risposta,cordiali saluti. Buongiorno volevo qualche delucidazione in merito al mio caso. Lavoro in un museo come tramezzini sta e la mole di lavoro è alta. Posso richiedere la malattia professionale? Con ordine. Spondilouncoartrosi e discopatie multiple del rachide cervicale con ernia discale in c6-c7 ed osteofitosi intraforaminale in c4-c5. Tale quadro clinico evolutivo nel tempo determina una condizione di lombalgia cronica e lombosciatalgia bilaterale recidivante con limitazione funzionale del rachide dorso-lombare e cervicobrachialgia laterale.

Tendinopatia cronica cuffia dei rotatori con distrazione parziale del tendine sovraspinato bilateralmente,secondo lei con queste patologie ho diritto alla malattia professionale??

Attendo una sua risposta,distinti saluti. La richiesta è stata respinta ed è indicata la possibilità di ricorso. Volevo chiedere se è possibile fare qualcosa, come mi era stato detto, per il rimborso delle spese funerarie. Grazie per la risposta. Nella tabella : Adesso io non sto ovviamente bene, esaurite le ferie devo riprendere a lavorare. Grazie per la cortesia e professionalità. Queste 3 possibilità comunque devono essere vagliate da un medico esperto o specialista in medicina legale che in genere è messo a disposizione gratuitamente dai patronati meglio organizzati.

Buongiorno Dottore,il risarcimento per il riconoscimento della M. Grazie Dottore e buona giornata.

In via teorica alla data della domanda la M. Teoricamente 90 giorni, ma non si tratta di termini assoluti. Devo attendere pazientemente oppure sarebbe consono comportarmi in maniera differente? Grazie e buona serata. In effetti se il medico competente le ha detto questo non è stato un esempio di professionalità. Ma non posso credere che lo abbia messo per iscritto, sarebbe passibile di sanzione. Grazie in ogni caso per il Suo supporto e per la tempestiva risposta.

Salve a tutti, ho 29 anni e mi è stato diagnosticato la sindrome del tunnel carpale a entrambi le mani. Lavoro in campagna e passo la maggior parte del mio tempo con le cesoie per la lavorazione dei fiori. Ho fatto la procedura per la malattia professionale tramite il mio patronato di Bordighera nella provincia di Imperia.

Ho speso un sacco di tempo tra dottore di famiglia, patronato e due volte a Imperia. Inutile dire che ci sono rimasto molto male perché tutto questo mi è costato tempo, energia e soldi. Non so se un giorno questa sensazione sparirà o mi rimarrà per sempre. Cosa faccio adesso? Vado dal mio patronato a lamentarmi del trattamento riservato e faccio ricorso o cambio completamente patronato sperando di essere trattato meglio.

Nel suo caso specifico dovrebbero averla inviata ad effettuare un esame EMG delle mani per fare la valutazione, ma naturalmente non conosciamo il risultato e quindi potrebbe essere utile che lei lo richieda incopia alla sede INAIL sono obbligati, su richiesta, a rilasciare una copia. Inoltre, se la cicatrice è visibile, almeno 1 punto percentuale per la cicatrice dovrebbe essere riconosciuto.

In sostanza potrebbe esserci spazio per un ricorso amministrativo opposizione ad accertamento postumi con richiesta di visita collegiale. Circa la decisione se proseguire con il patronato attuale, non posso darle consigli: non conosco affatto la sua realtà territoriale. Buonasera A seguito di infortunio sul lavoro avuto 2 anni fa che mi ha procurato una Lesione traumatica del fegato ,devo subire un intervento chirurgico per un Laparocele addominale , domanda , posso riaprire la pratica INAIL?

Ritngo di si. In pratica non ne terrà conto. Salve,ho fatto la visita per accertamento postumi e il medico che mi ha visitato non mi ha detto nulla,volevo sapere quanto tempo impiega la risposta ad arrivare a casa e se arriva in entrambi i casi sia positiva o negativa.

In genere la risposta arriva entro giorni, a volte un poco di più, ma arriva sempre, indipendentemente dal gidizio espresso dal medico INAIL. Buonasera dottore,le pongo un ultimo quesito. Scusi se le pongo queste domande ma il mio avvocato non parla molto e io dopo 4 anni mi sto stancando. Se si oppone genericamente il giudice ugualmente decide la data di udienza per la sentenza. Ma speriamo di no. Questa persona è un medico,o un tecnico?

La sua decisione si baserà sulla visualizzazzione dei referti medici o mi visiterà di persona?

Certificato INAIL 2019 online: entro quanto tempo va inviato?

Salvatore Nicolosi. Buon giorno Dott. Ho fatto 2 domande di M. P; 1 Ipoacusia neuro senzoriale bilaterale. Deficit antalgico dei movimenti di prono-supinazione dell avamrracio bilateralmente. Questi 2 punteggi sarano gia unificatti?

Se no si possono unificare? Lei cosa mi puo consigliare. Vi ringrazzio in anticipo per la sua gentilezza. Non è una cattiva idea fare valutare il suo caso da un medico legale di un patronato o privato per ottenere il riconoscimento di qualche punto percentuale in più. Detto questo volevo porle alcune domande sulla diagnosi da stress da lavoro correlato e relativa procedura dei certificati medici.

Come riferitomi dalla stessa Inps e regolarmente corrisposta ad oggi nella busta paga. Domanda lunga e complessa per un caso sicuramente intricato. Circa i controlli, se si tratta di malattia INPS, sicuramente SI, anche indipendentemente da una richiesta esplicita del datore di lavoro; se si tratta di malattia INAIL non sono previsti controlli in automatico, ma in alcuni contratti di lavoro invece è previsto quindi dovrebbe controllare su richiesta esplicita del datore di lavoro.

Per fare richiesta di aggravamento relativamente a un infortunio avuto sul lavoro ad agosto , cosa mi consiglia di fare ,non avendo molta fiducia del patronato che ho contattato qualche mese fa? Il consiglio finale quindi è di cambiare patronato scegliendone uno di maggior fiducia. Mio suocero ha percorso la via abituale e più breve per ritornare a casa, ma avendo perso tempo a causa del traffico, ha deciso di invertire il senso di marcia per poter tornare in tempo al luogo di lavoro,sempre rimanendo sulla stessa strada senza effettuare deviazioni.

Secondo lei come mi dovrei comportare? Non si tratta di cavilli ma di valutazioni che hanno un certo fondamento anche in alcune sentenze della Corte di Cassazione. Secondo loro non posso essere peggiorato e quindi adesso andiamo davanti al giudice e vediamo cosa succede! Lei dottore mi sa dire se ho qualche possibilità?.. Mi scuso.. Forse mi sono spiegato male.. Praticamente dopo 20 anni di lavoro in edilizia ho fatto un controllo presso la ASL per verificare lo stato del mio udito..

Il medico mi dice di fare domanda di malattia professionale per ipoacusia bilaterale da trauma acustico.. Nel frattempo ho perso il lavoro..

Poi un amico mi chiama per assumermi nella sua impresa ma quando ho fatto la visita audiometrica non sono risultato idoneo. Secondo le ho qualche possibilità di vincere la causa? Ma non credo che lei possa iniziare una causa del genere senza il parere di un medico esperto o specialista in medicina legale che faccia una valutazione complessiva del caso valutando tutti i fattori in gioco.

Li chiedo scusa che lo disturbo di nuovo. Il patronato INCA mi ha consigliato di non far vedre i referti del ,non so per che? Grazzie di nuovo per tutti i suoi cosigli.

Certificato INAIL: infortunio malattia professionale causa servizio

Perche io da solo non so da che parte sbatere la testa. Vi auguro di avere una buona serata. A questo si potrebbe rispondere che siamo di fronte ad un traumatismo cronico che ha aggravato una condizione preesistente la cui gravità oggi sarebbe stata molto inferiore. In ogno caso, mi accorgo che il patronato a cui si è rivolto ha esperienza nel trattamento di questi casi; segua i consiglia che le danno.

Nell utilizando perforatori pneumatici per scavare ne le roci mi sono arivati dei acufeni con una lieve perdita dell udito. Nel abiamo fato lo stesso lavoro con marteli e perforatori a taliare le roci.

Dopo il licenziamento sono andato a farmi dei acertamenti medici ORL. Grave Ipoacusia percettiva bilaterale con acufeni. RX modesti segni di epicondilite con osteofite a larga base oleocranica,periatrite al omero destro e sclerosi del tronchite omerale.

AL rachide cervicale spondilounco artrosi.

Ipoacusia e epicondilite. IL mio ex datore del lavoro mi minacia che non faro niente al INAIL che con la mia atitudine lui ha da pagare tantte multe peche non era in regola coN molte cose. Io quando sono entrato da lui ero perfetamente sano, e adesso sono a terra. Lei cosa mi puo consiliare visto che le mie malatie sono dal e sono agravate adesso.

Nel caso della sordità, di artrosi, epicondiliti e similari, la prescrizione è oltre i 3 anni, quindi nessun problema. Speriamo che non accada. Il suo timore potrebbe essere questo, ma lui ha torto e lei ragione. Comunque i Patronati ben organizzati e con un sindacato alle spalle, tipo INCA-CGIL, ma non solo, hanno avvocati e medici legali che la possono tutelare ed aiutare in questa vicenda.

Buongiorno Professor Priano. Oggi mi ritrovo licenziat da quasi 2 mesi. Ho lavorato per una ditta edile nell Si lavorava con marteli e perforatori pneumatici per tagliare a mano le roce del granito. Oggi sono stato ad fare la RX dell rachide dell lombo sacrale. Artrosi interaprofisaria. Osteofitosi margino somatica anteriore diL2. Riduzione d;ampiezza delo spazio discale L5-S1. Ridotta la fisiologica lordosi lombare. Dovrei fare una rx anche al ginochio destro che e molto gonfio e doioroso.

Etutte a causa che transportavamo i pessi di grnito da kg a mano. Gentile Professore lei cosa mi puo consiliare per la malatia? E una seconda domada. Potre fare la domanda per la malatia prfessionale? Vi ringrazio in anticipo per la sua gentilezza e per la sua rispoSsta. Né professore, né Priano; al massimo sono un operaio della medicina! Comunque vediamo di rispondere. Circa la possibilità di richiedere il riconoscimento di malattia professionale, direi che ha buone possibilità.

Il tempo in cui si è svolto questo sovraccarico non è stato lungo, ma dovrebbe essere comunque sufficiente a potersi riconoscere un nesso causativo tra attività lavorativa e artrosi al rachide di entità maggiore rispetto ai soggetti che non svolgono quello stesso tipo di lavoro.

Io ho solo solo dei referti dai medici otorini e ortopedici dell anno con le diagnosi,e questi referti del novembre-decembre dopo che mi hano licenziato. Ho parlato con il medico di base e mi ha promesso che mi fa lui la denuncia telematica al INAIL martedi domani Visto che e il mio dottore di basse propio dal mio inizio della malattia ,e lui non mi ha mai detto niente,.. Adiritura la setimana scorsa mi ha mandato di persona al Inail per chiedere e portarli il modulo per denunciare la malatia.

Queli del INAIL mi hano deto e rilasciato il sito inail e anche un numero del telefono per darlo al mio dottore per fare la denuncia… Lei cosa mi consiglia da fare? DA fare la denuncia tramite il dottore di base e dopo a portare tutta la documentazione al sindacato.

La procedura è proprio questa. Buonassera Sig. Oggi sono stato dal mio dottore di base per compiliarmi i certificati medici. Quelo per ipoacusia bilaterale con acufeni la compiliato come si deve. A la mia richiesta da compiliare un altro certificato per le malatie ortopedice; epicondilite bilaterale grave destra, periartrite scapolo destro e cervicalgia, spondilouncoartrosi cervicale. Per tutte queste malatie ho referti medici. A la fine con le mie insistente mi ha fato il certificato pero senza metermi la periartrite e spondilouncoartrosi cervicale dicendomi che sono malatie comuni.

S i certificati compiliati dal mio dottore sonno 5 SS. Vi ringrazio in anticipo per la sua gentileza. Questi certificati, mod. Poi si vedrà, con calma e con opportuni accertamenti tecnici di parte. La ringrazio ancora e sono contenta che adesso Lei sia leggermente piu possibilista sulla possibilità anche remota del riconoscimento M. Buon festività. Dovrebbero saperlo.

Vi ringrazio per la sua risposta. Avevo bisogno del lavoro e ho continuato a lavorare cosi. INAIL mi possono creare dei problemi per che no ho denunciato questo fato immediatamente?

Il mio datore del lavoro nel era socio con il suo padre in una societa ,,SNC; quwesta la chiusa 2 ani fa e a aperto un altra Srl con lo stesso nome a socio unico. Lui al INAL mi puo creare dei problemi? Visto che mi ha licenziato quando io mi interssavo per le mie malattie. Grazie in anticipo! Anche se la sua malattia è iniziata nel non ci sono questi problemi, anche perchè lei non ha le competenze per capire che poteva trattarsi di malattia professionale.

Quest ano lavorando per la stessa ditta sempre con marteli e perforatori pneumatici mi sonno agravate le condizioni di salute. Adesso mi trovo licenziato dal 1 novembre Dopo il licenziamento sonno recato dai dotori e mi hano trovato al bracio dx epicondilite acuta e periartrite, al rachide cervicale- spondilouncoartrosi-e sondilo artrosi lombare. S 2 gioni fa otorino mi ha deto che ho, una grave ipoacusia bilaterala con acufeni ,causata dai rumori forti riscontrati e che devo predermi 2 protesi auditivi.

Gentile Signor Nicolosi , Lo richiedo cortessemente , anche se e passato un messe dal mio licenziamento mi posso rivolgere a fare la domanda per Malatia professionale? Vi ringrazio anticipamente per la sua risspossta. Per le problematiche alle braccia è sempre di 4 anni. Nicolosi, Grazie per la sua disponibilità accompagnata da una grande competenza, binomio difficile da trovare. Sono in cura di deltacortene dal 1 settembre con 35 mg. Ho una prox. Che ne pensa? Io pensavo di andare la prox.

Le alteraz. Le lesioni interstiziali, ubiquitarie, con lieve prevalenza peribronchiale, sono costituite da infiltrato linfo-plasmacellulare ed istiocitario con granulociti eosinofile; sono presenti vaghi atteggiamenti granulomatosi epiteliodi gigantocellari non necrotizzanti; nei lumi aerei si documentano aggregati di macrofagi debolmente perls positivi commisti a qualche linfocita e granulocita eosinofilo. In alcune zone periferiche, mantellari, si documentano iniziali aspetti di fibrosi interstiziale, prevalentemente settale, con aspetti dei tipo polmon.

Le prove funzion. Questi dati sono stati raccolti a 15 gg. Come puo vedere soprattutto il DLCO è molto severo e lo era anche a Luglio quando ho fatto un altra spirometria. Soprattutto al momento per entrare nelle categorie protette per accesso al lavoro….. Ho infatti problemi sul lavoro dove non vogliono cambiarmi di mansione e mi hanno minacciato di licenziamento chiusura del reparto e chiusura del rapporto di lavoro, anche se non possono farlo cosi facilmente.

Grazie mille per il suo importante lavoro. Miani Canevari Rel. Mancino, in Lav. Insisto,potrebbe aiutarmi questa sentenzae? Andiamo con ordine. Solo in giudizio possono essere fatte valere. Bisogna precisare che le attività lavorative che sono in grado di danneggiare la spalla e provocare la sindrome del tunnel carpale sono diverse.

Ad un addetto alle casse di un supermercato vecchio stampo, quindi con le dita continuamente a battere sui tasti della cassa, la sindrome del tunnel carpale verrebbe accolta, ma sicuramente non una lesione degenerativa della cuffia dei rotatori della spalla. Viceversa ad un magazziniere la lesione della spalla verrebbe accolta ma la s.

Per la spalla è necessario riconoscere un prolungato sovraccarico funzionale, per la s. Il medico che la tutela quindi imposterà le sue richieste anche tenendo conto della sua storia lavorativa. Nicolosi, vedo la sua estrema preparazione e gentilizza e mi permetto chiederle quanto segue: soffro di una polmonite da ipersensibilità o alveolite allergica cronica con grave dipsnea.

Mi sto curando con cortisone e sono assente da lavoro da piu di 60 gg. Il dimostrarlo è altra cosa. Adesso dovendo rientrare al lavoro, il medico competente aziendale mi dovrà visitare. So che non sarà un percorso semplice… ma. In genere i soggetti con alveolite allergica estrinseca sono categorie precise, come allevatori di uccelli, contadini, soggetti che lavorano con i cereali, etc.

Ha ragione, il percorso è difficile. Temo che il suo messaggio sia stato troncato La ringrazio di cuore. Per le prove allergiche sono in contatto con medicina del lavoro clinica universitaria che faranno una consulenza cioè sulla base delle precipitine della biopsia vedranno se ci sono degli indizi ed eventualmente faranno ulteriori indagini.

Come mi consiglia di procedere? Aspettiamo i risultati di questi esami, poi si potrà procedere con una buona possibilità di successo. Buonasera Dottore,volevo fare una domanda riguardante il riconoscimento della M.

Premesso che io rispetto alle persone che mi hanno preceduto sono già un pezzo avanti,infatti in data 1 ottobre il giudice ha ascoltato 4 testimoni ed al termine ha aggiornato la causa al 6 aprile per ascoltare i 3 rimanenti testimoni. Grazie in anticipo per la risposta. Ogni causa ha una propria storia e di questa storia il suo avvocato dovrebbe darle conto. Quindi non posso dirle quale sarà il suo iter processuale, ma quello che mediamente avviene.

Avverto eventuali avvocati che dovessero leggere queste righe di non scandalizzarsi se mancano alcune precisazioni e il linguaggio non è tecnicamente corretto, ma è per far capire meglio. Anche in questo caso il giudice incarica un consulente, un medico specialista o esperto in medicina legale per valutare ancora il nesso causale con la malattia denunciata, la sussistenza della malattia denunciata ed eventualmente la percentuale di danno biologico riconoscibile.

Depositata la propria perizia le parti hanno un congruo periodo di tempo per controdedurre. Quindi, in sequenza, note di risposta del CTU alle eventuali controdeduzioni, udienza per la discussione, sentenza. Buonasera, innanzitutto la ringrazio per aver preso in considerazione il mio quesito ed avermi risposto. Ribadisco se in questa situazione sia possibile una rettifica del provvedimento e non un ricorso al provvedimento.

Saluti Sergio. Buonasera a lei. Mai accaduto nella mia esperienza. Buongiorno, Dott. Nicolosi, sono titolare di impresa artigiana edile e da circa 12 anni soffro di ernie lombo-sacrali. Il 10 settembre mi sono operato di microdiscectomia l4-l5 recidiva, dato che mi sono già operato ad agosto L4-L5;L5-S1. Ora mi chiedo perchè per un loro errore debba presentare opposizione e non loro fare una rettifica al loro provvedimento?

Che tipo di opposizione fare amministrativo o medico? Naturalmente non le è stato detto perchè è avvenuto il diniego del riconoscimento! Il ricorso è medico, nel senso che si deve fare stilare un certificato medico in cui viene indicata la diagnosi, la motivazione per cui si richiede il riconoscimento della malattia professionale e la percentuale di danno biologico richiesta.

Peraltro un medico esperto in questa materia riuscirà a capire, grosso modo, perchè il riconoscimento è stato negato. La collegiale consiste in una visita in cui, oltre al medico INAIL, è prersente anche il medico che ha stilato il certificato il quale cercherà di convincere il collega a riconoscere la malattia professionale. Nicolosi, mi hanno suggerito di fare domanda per assegno di invalidità ordinaria inps. Le istanze di Assegno di Invalidità INPS e quelle per il riconoscimento delle malattie professionali hanno procedure assolutamente separate, essendo 2 istituti differenti; quindi possono anche essere presentate contemporaneamente.

Mi permetta anche a me una vena polemica. Se lei si rivolge a quattro medici, magari provenienti da diverse scuole di formazione, avrà quattro pareri differenti, condizionati ciascuno dal background culturale proprio. Le consiglio quindi di smettere di andare a destra e a manca.

Cosa mi consiglia di fare ,visto che in prima istanza non mi avevano riconosciuto questo disturbo? Non comprendo il senso della domanda … o forse si.

Se invece il suo quesito si riferisce alla possibilità di un ulteriore incremento della percentuale riconosciuta, anche in questo caso le possibilità sono limitate, in questo momento. Consideri inoltre che deve essere assicurata anche la disponibilità del medico del patronato. Attenda con pazienza ancora qualche mese, almeno altri 2.

Domanda lunga, ma mancano parecchie notizie. La fondamentale è che lavoro svolge o ha svolto. L5-S1 con cervicoartrosi e spondiloatrosi diffusa. Ovviamente non sappiamo cosa ha dichiarato il datore di lavoro; certamente non che il lavoro veniva svolto per più di 12 ore al giorno.

Comunque al momento della visita collegiale con il medico del patronato lei potrà meglio precisare le condizioni in cui si è svolto il suo lavoro. Nulla è detto fino alla fine. Saluti Dott. Ho trovato una sentenza del TAR di Pescara del , dove una certa Paladino, ha ottenuto per il suo assistito il riconoscimento del danno biologico Dist. Fantini psicologo del SERT. Medico legale, da parte di un Pubblico Ufficiale? In questo caso sicuramente lo psicologo agiva da consulente di parte per il ricorrente.

Il suo ruolo di dipendente del SSN gli ha dato maggiore credibilità ma comunque non agiva come consulente del tribunale. La scusa della dipendenza patologica per contattarlo sarebbe evidente. In ogni caso si tratta di prestazioni in regime libero-professionale, di solito in intramoenia. La ringrazio infinitamente…. Grazie…chiarissimo e esauriente come tutte le sue risposte ,un ultima domanda,quante possibilità ho di avere l assegno ordinario d invalidita?

Non posso rispondere a questa sua domanda. Egregio dott buongiorno. Sono tante le cose che volevo chiederle pero mi limito a descrivere brevemente il mio caso. Non credo ai miracoli ma detto dalla equipe medica che mi ha operato lo è stato.

Ho fatto 6 mesi di malattia e da circa 2 mesi sono rientrato al lavoro ma con scarsi risultati. Dopo la risposta della collegiale cosa mi consiglia di fare se non sono soddisfatto? Dipende innanzi tutto dal modo in cui si è chiusa la collegiale.

Si tratta di un sovrapporsi di norme e competenze che negli anni hanno fatto diventare queste materie complesse e farraginose; mi piace comunque dire che il risultato è una incompleta ed insufficiente tutela del lavoratore infortunato, malato, licenziato.

Quindi il suo avvocato cerca di consigliare al meglio. Del resto o segue i consigli del suo avvocato, che ha anche un interesse economico che la sua pratica vada buon fine, oppure cambia avvocato pensi se poi le consiglia le stesse cose! Lo psichiatra forense è una buona scelta. Il certificato di denuncia di malattia professionale non ha affatto valore di certificazione di inabilità temporanea.

Se poi non dovesse accoglierlo varrebbe ai fini del computo del periodo di comporto, quindi attenzione alle sorprese. Il ricorso tramite un medico del patronato è la strada corretta.

Denuncia infortunio e malattia professionale: dal 4 novembre nuove tabelle tipologiche

Le malattie che lei riferisce sono tabellate, ma non le lavorazioni che le hanno provocate. Quindi malattie tabellate in lavorazioni non tabellate.

Ma a volte le cose sono più complicate. Il medico del patronato la potrà aitutare. Informazioni accetta chiudi. Certificati medici Certificati medici di infortunio Il servizio ti consente, se sei una struttura ospedaliera oppure un medico privato o di ospedale, di inviare all'Inail il certificato medico che attesta lo stato di inabilità temporanea assoluta al lavoro dell'assicurato derivato da un infortunio lavorativo Moduli e documenti utili.

Moduli e documenti utili. Registrazione a ruolo di medico esterno Abilitazione ai servizi telematici per Medici Esterni Moduli e documenti utili.

Medico esterno - modulo Registrazione al ruolo di medico esterno o presidio ospedaliero - scheda tecnica. Maggiori informazioni. Registrazione al ruolo di presidio ospedaliero Abilitazione ai servizi telematici per Presidi Ospedalieri Moduli e documenti utili. Presidio ospedaliero - modulo Registrazione al ruolo di medico esterno o presidio ospedaliero - scheda tecnica.