Scaricare Articoli Scientifici

Scaricare Articoli Scientifici  articoli scientifici

La storia di "Sci-Hub", che da anni offre gratuitamente milioni di articoli accademici e ha grandi problemi di copyright. Prima tenta di scaricare una copia dal database di contenuti piratati LibGen, e che, ad oggi, annovera più di 48 milioni di articoli scientifici. La condivisione di un articolo avuto su licenza non è consentito, per disincentivare la condivisione nell'articolo scaricato c'è il nome di chi lo. Questa estensione di Chrome ti permette di trovare gratis gli articoli a pagamento Il mondo delle pubblicazioni scientifiche è — più o meno come per aver scaricato troppi paper dalla piattaforma online a pagamento. Oggi vi farò vedere come scaricare articoli completi da Pubmed in modo completamente gratuito usando sci-hub, un servizio non troppo legale.

Nome: articoli scientifici
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 66.82 Megabytes

Regolamento Generale per la protezione dei dati personali — c. GDPR e del decreto Legislativo 30 giugno , n. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali c.

I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo.

Regolamento Generale per la protezione dei dati personali — c. GDPR e del decreto Legislativo 30 giugno , n. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali c.

I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. È giusto che si sappia che i ricercatori che scrivono gli articoli e quelli che li revisionano peer review in nessun modo sono retribuiti da queste cifre, ed in certi casi anzi potrebbero pure aver pagato un contributo economico per poter pubblicare il loro lavoro: i soldi pagati dai singoli per leggere gli articoli o dalle biblioteche per accedere alle riviste scientifiche vanno direttamente agli Editori delle riviste, per il lavoro di raccolta, pubblicazione, scelta dei revisori, e per il prestigio conseguito in passato dalle loro riviste.

Aaron Swartz La libera disponibilità della ricerca è un argomento di cui oramai parla tutto il mondo scientifico e medico , e purtroppo la scintilla di questo interesse è stato il suicidio, nel , di Aaron Swartz , giovane programmatore di successo ed idealista.

Gli articoli erano già di pubblico dominio nella versione cartacea, ma quella online si doveva pagare cara. Beccato dalla Legge, gli era stata prospettata una condanna fino a 35 anni di carcere con una multa fino a un milione di dollari, e il ragazzo, a 26 anni, si è impiccato.

Possiamo solo sperare che nessun altro muoia o si faccia male per la libertà della scienza. Chi voglia oggi leggersi la ricerca scientifica in originale, avrà a disposizione alcune possibilità legali ed altre illegali.

Partiamo da quelle legali. Prima, ovviamente, bisogna identificare gli articoli che interessano, per esempio sui servizi Pubmed e Google Scholar , sui quali non mi dilungo perché sono ben noti, e Microsoft Academic , più recente, a meno che qualcuno non voglia qualche chiarimento.

Non è sempre semplicissimo trovarle, ma fortunatamente ci sono delle strategie. Se si hanno a disposizione soldi per un abbonamento, è anche possibile accedere a servizi che consentono di leggere non scaricare o stampare gli articoli per un tot mensile.

Ad onor del vero, debbo dire che la maggior parte delle riviste scientifiche che mi interessano non sono presenti, ma è possibile che per qualcun altro il servizio sia più utile.