Scarica Slackware

Scarica Slackware  slackware

Per scaricare Slackware , è sufficiente recarsi alla pagina ufficiale di download che elenca tutti i mirror e scegliere il più adatto, in termini di. Ottenere Slackware. Do you want to try some new features? By joining the beta, you will get access to experimental features, at the risk of encountering bugs. Installazione passo-passo di Slackware GNU/Linux Do you want to try some new features? By joining the beta, you will get access to experimental features. Una delle più grandi mancanze di Slackware (per altri un pregio) è la mancanza di repository del software ufficiali. Tuttavia esistono migliaia di. Software personali per GNU/Linux, in genere per Slackware.

Nome: slackware
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 34.44 Megabytes

Questa volta parliamo di una distribuzione Linux tra le più vecchie. Anzi è proprio la più longeva ed il suo sviluppo coincide temporalmente proprio con la nascita del kernel Linux. Già il sito ufficiale della Slackware si presenta alla vecchia maniera: praticamente testuale, poca grafica e niente fronzoli. Se poi ci aggiungiamo qualche annotazione tecnica come il non passaggio a systemd per l'avvio del sistema operativo, l'uso del kernel vanilla e l'adozione solo nell'ultima versione targata di Pulseaudio , chi deve capire ha capito.

Diciamo subito che non è una distro user-friendly e si pone alla stregua di Gentoo, Debian, ArchLinux come un sistema operativo che ha bisogno di un conoscenza medio-alta per essere gestito al meglio. Quindi un utente meno esperto ha una certa scelta.

La prima cosa da fare è aggiornare la lista degli Slackbuilds:.

Vedrete che verrà creato un mirror locale con tutti gli script, non verranno ovviamente scaricati i sorgenti. Potete adesso fare una ricerca nei repository con il seguente comando:. Il comando scaricherà i sorgenti, li compilerà e creerà il pacchetto Slackware, quindi lo installaerà.

PHP Developer. Lo sviluppo professionale di applicazioni in PHP alla portata di tutti.

PHP eCommerce developer. Fare gli e-commerce developer con Magento, Prestashop e WooCommerce.

PHP Framework Expert. Realizzare applicazioni per il Web utilizzando i framework PHP. PHP SysAdmin.

Download di programmini personali.

Percorso base per avvicinarsi al web design con un occhio al mobile. WordPress Developer.

Realizzare siti Web e Web application con WordPress a livello professionale. Development Come cifrare e decifrare un file in Java. KPI nel digital marketing: significato, quali sono, esempi.

Slackware 14.1 disponibile per il download

Flutter, creare app mobile multipiattaforma. Creazione di schede tramite Tabs ListView: il widget per la gestione delle liste.

Visual Studio Code 1. Ovviamente il tutto si rivolge comunque ad utenti che già hanno installato sistemi Linux e sanno più o meno cosa stanno facendo. Il punto debole se vogliamo della Slackware e su cui vale la pena soffermarsi è l'installazione e l'aggiornamento del software.

Slackware è una di quelle distro poche ormai che fa comunque ricorso spesso alla compilazione, anche se facilitata attraverso le SlackBuilds. La procedura alternativa sono pacchetti binari.

18.04.2011

In realtà, durante l'uso di Slackware si alternano i due metodi binari e compilazione e comunque la compilazione con SlackBuilds genera pacchetti che poi si installano e quindi avrete tutto sotto controllo per vedere l'installato ed eventualmente cancellarlo con un tool sempre dalla grafica minimale che si lancia come amministratore da terminale con il comando pkgtool. Quindi ricapitoliamo:. A Pacchetti binari. Dove si trovano i pacchetti?

ChallengerOS - A Data Recovery OS

Con il tempo anche per Slackware sono stati creati degli strumenti gestionali dei pacchetti. I puristi danno credito solo a slackpkg.

Esiste poi un tool a riga di comando ma anche con GUI che si chiama slapt-get quello con interfaccia grafica gslapt e, come dice il nome, ricalca a grandi linee il comando apt-get di Debian. Sulla derivata Salix è usato di default. Ovviamente i puristi hanno qualcosa da ridire.

Comunque facilitano parecchio le cose ed hanno bisogno di essere configurati attraverso files di testo. Una guida QUI ad entrambi. Per i files di configurazione dovete sempre controllare che i link riportati puntino alla versione che avete installato.

Una mini Slackware su pendrive

Potete anche aggiungere repository di terze parti nel file di configurazione scrivendo l'indirizzo con la stesso metodo. B Compilazione da sorgenti. Manualmente dobbiamo per prima cosa trovare lo SlackyBuilds che c'interessa, scaricare sia il file sorgente con il link segnalato ed il file compresso dello SlackBuild.

Quest'ultimo va scompattato in una cartella avendo cura di copiare il file del sorgente nella cartella stessa importante!! In seguito da terminale entrare nella cartella e lanciare come amministratore il comando.