Modello Carico Scarico Magazzino

Modello Carico Scarico Magazzino modello carico scarico magazzino

Ho trovato on line il vs modello che mi sembra il migliore tra i tanti visti ed è molto utile come esempio ma noto che manca la “giacenza iniziale”. Devo creare un programmino di carico, scarico e giacenza su un Ho trovato vari programmi di magazzini ma nessuno faceva al caso mio. Carico prodotti serve a caricare i nuovi prodotti a magazzino;; Movimenti riporta i movimenti di carico e scarico, gli automatismi salvano copia di. PROGRAMMA GESTIONE MAGAZZINO EXCEL. Picture. Programma eccezionale, inviatoci da un nostro amico, gestisce carichi e scarichi di magazzino. Il modulo Magazzino permette di gestire contemporaneamente più di un magazzino (infiniti magazzini), tenendo sempre sotto controllo le quantità esistenti, quelle.

Nome: modello carico scarico magazzino
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 32.49 Megabytes

Magazzino Pro Carico e Scarico 2. L'applicazione Magazzino Prodotti consente di catalogare gli articoli, visualizzare un elenco di tutti i prodotti sottoscorta, aggiornare la giacenza della merce in qualsiasi momento, trovare velocemente le schede registrate ed esportare in Microsoft Excel l'intero archivio.

La catalogazione della merce si effettua creando una scheda per ciascun prodotto nella quale bisogna indicare il codice dell'articolo, la categoria merceologica di appartenenza, la marca e il modello, una descrizione delle caratteristiche principali, la sua ubicazione all'interno del magazzino, il nome del fornitore dell'articolo, il suo recapito preferenziale, la data di acquisto del prodotto, gli estremi del documento di acquisto, le modalità di ordine merce ed ogni ulteriore annotazione.

Il nome della ditta fornitrice e il relativo recapito preferenziale possono essere importati dall'archivio anagrafico dei fornitori. Il campo Giacenza deve essere utilizzato per indicare la quantità dell'articolo disponibile in magazzino. Si tenga presente che, per creare lo storico dei movimenti di un prodotto, l'aggiornamento della giacenza deve essere effettuato servendosi dei due pulsanti contraddistinti, rispettivamente, dal segno più e dal segno meno.

Questa procedura consentirà di registrare una scheda di carico o scarico merce che confluirà nell'archivio annuale dei movimenti.

I risultati di ciascuna ricerca possono essere stampati. In questo archivio è possibile annotare la denominazione della ditta fornitrice, il nome del titolare o responsabile, l'indirizzo dell'azienda, le modalità di pagamento concordate, i recapiti telefonici di casa, ufficio, cellulare e fax, l'indirizzo e-mail, il recapito preferenziale dove il fornitore desidera essere contattato, il codice fiscale, il numero di partita IVA, il numero di carta di credito con relativa data di scadenza e l'IBAN bancario.

Le schede dei fornitori consentono, inoltre, di registrare le informazioni relative agli articoli che si acquistano abitualmente da ognuno di loro, gli sconti praticati e le modalità di ordine merce. Il pulsante Duplica è utile se si ha bisogno di registrare due o più schede relative allo stesso fornitore perché, ad esempio, lo stesso fornisce più tipi di prodotti e si vuole creare una scheda per ciascuno di essi.

In questo modo, si potrà richiamare in maniera opportuna la scheda relativa ad un certo prodotto abbinato al fornitore in fase di compilazione delle schede del Magazzino. Per duplicare la scheda di un fornitore, basta visualizzare quella già registrata in archivio, fare clic sul pulsante Duplica, inserire i nuovi dati e premere Salva.

Magazzino Pro Carico e Scarico

Se esistono importanti questioni in sospeso con il fornitore, è possibile prenderne nota nel relativo campo di testo. Mettendo il segno di spunta sulla casella Da ricontattare, si inserisce la scheda in un elenco contenente tutti i fornitori con questioni in sospeso che vogliono essere richiamati, ad esempio, nel momento in cui il problema è stato risolto o quando ci sono novità.

Per visualizzare tale elenco, basta fare clic sul pulsante Da ricontattare. Per trovare le schede dei fornitori in archivio è possibile utilizzare uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. La funzione Allega file consente di abbinare alla scheda di ciascun fornitore fino a tre file di qualsiasi genere che potrebbero contenere, ad esempio, la copia digitale del listino degli articoli forniti. A tal fine, è sufficiente che nel proprio computer sia installata una qualsiasi applicazione per la gestione dei file in formato.

Per il primo accesso al programma e dopo ogni installazione, bisogna utilizzare la parola chiave "autenticazione" scritta senza le virgolette.

L'acquisto di una singola licenza autorizza l'utente ad installare il software su tutte le macchine di sua proprietà.

A tal fine, basta copiare la cartella del programma su pen-drive e fare doppio clic sull'icona dell'applicazione per eseguirla. La copia della cartella su dispositivo esterno è anche il metodo più veloce per effettuare il backup di tutti gli archivi.

L'utente resterà piacevolmente sorpreso nel constatare come il software richieda tempi di apprendimento praticamente nulli. Come acquistare il software Magazzino Pro Carico e Scarico 2.

Nessuna spesa di spedizione è dovuta se si preferisce scaricare il software e la fattura da Internet. Indicare il nome del software nella causale del bonifico. Inviare una e-mail all'autore all'indirizzo info espositosoftware. Per l'intestazione della fattura, comunicare i propri dati completi di codice fiscale, partita IVA, indirizzo PEC o Codice Destinatario di sette cifre. Se si acquista come utente privato, è sufficiente comunicare cognome e nome, indirizzo di residenza e codice fiscale.

I dati possono essere inviati tramite e-mail info espositosoftware. Gli automatismi sono piuttosto elementari, anche se per la gestione dei trasferimenti di dati ho preferito usare comandi più flessibili agganciati ai nomi delle tabelle e dei campi.

Come vedi il foglio è solo un dimostrativo, manca la gestione dei documenti, la gestione dei clienti, una dashboard per monitorare i parametri del magazzino e molto altro ancora. Per conoscere gli altri fogli dimostrativi pubblicati da Excel Professionale puoi cliccare qui. Come ottenere questo e gli altri fogli dimostrativi Per avere il foglio di lavoro, registrati qui di seguito e scaricalo gratuitamente insieme agli altri contenuti gratuiti.

Vendita - È il prezzo di Vendita inserito manualmente dall'operatore o il risultato calcolato della percentuale di Ricarico applicata al prezzo di Acquisto quando entrambi presenti; se la percentuale di ricarico non è presente, di default viene inserito il prezzo di Acquisto. Sconto Promozionale - È la percentuale dell'eventuale sconto applicato da noi al pubblico sul prezzo di Vendita.

Netto - In questo campo viene calcolato il risultato dello sconto applicato sul prezzo di Vendita quando presente, altrimenti viene riproposto il valore che compare nel campo Vendita.

Iva Inclusa - È il prezzo di vendita finale al pubblico, o il cosiddetto prezzo al banco e viene calcolato aggiungendo l'importo IVA ottenuto utilizzando l'aliquota prevista per l'Articolo al prezzo Netto.

Calcolatore Unità di Misura Il settore prezzi dispone di un calcolatore in grado di effettuare le conversioni tra Unità di Misura previste nella Tabella omonima e mostrare il risultato in una finestra dedicata. Il calcolatore si richiama per mezzo del pulsante Griglia Prezzi e la finestra visibile riporta il calcolo dei valori effettuato tra due Unità di Misura per le quali il coefficiente di conversione tra le due era stato stabilito in precedenza in "5,00".

Nota Quando il Tipo articolo è "Kit", e solo in questo caso, al pulsante Griglia Prezzi che risulta inattivo, viene affiancato il pulsante Imposta Prezzi: la sua funzione è aggiornare i prezzi degli articoli di cui si compone il kit sulla base del valore del campo prezzo vendita nell'anagrafica dell'articolo padre.

Pannello Extra La prima pagina del pannello Extra fa riferimento allo stato delle Giacenze con particolare riferimento alla dislocazione nei Magazzini e alla natura delle stesse, se cioè si tratta di merce propria o di terzi. A partire da queste informazioni ed altre da noi gestite relative alle disponibilità necessarie, Konga ci restituisce una situazione per mezzo della quale possiamo impostare gli ordini ai fornitori. La pagina è formata da: Una tabella posta sulla parte sinistra che elenca tutti i Magazzini dell'azienda completi di dettaglio giacenza dell'Articolo e calcola il totale generale.

Due riquadri che mostrano suddivisa la Giacenza Fiscale e la Giacenza Merce di Terzi e, all'interno di ciascun riquadro, il dettaglio di quantità Disponibile, Impegnata e Presso Terzi Un terzo riquadro che dettaglia lo stato degli Ordini inevasi in essere da clienti e verso fornitori mostrando la Disponibilità Logica, cioè la Disponibilità Fisica depurata dagli ordini da clienti, e la Disponibilità Futura, cioè La Disponibilità Logica sommata agli ordini a fornitori.

Un ultimo riquadro relativo alla Scorta e Riordino in cui è possibile specificare: la Quantità Minima giacente al di sotto della quale si deve procedere con un riordino; la Quantità Massima disponibile ammessa; il Lotto Minimo di Riordino cioè la quantità minima di prodotto ordinabile a fornitore; e il Minimo Impegno cioè la quantità minima di prodotto che stabiliamo possa essere ordinata dal cliente.

In sede di registrazione ordine da cliente e ordine a fornitore, Konga verificherà che le quantità inserite siano compatibili con i parametri di, rispettivamente, Quantità Minima e Lotto Minimo di Riordino. Abbiamo già visto nel pannello principale un'area relativa ai prezzi di acquisto e vendita impostati, ma le pagina Prezzi del pannello Extra contiene alcuni elementi in più che derivano dalla gestione combinata con il Modulo Vendite.

Nella tabella che occupa gran parte della pagina è possibile visualizzare i prezzi dell'Articolo declinati nei vari Listini Prezzi previsti e registrati nella Tabella Listini. Indipendentemente dai prezzi proposti, questi saranno sempre manualmente modificabili cliccando due volte sulla riga del Listino o una volta sulla icona a forma di utensile dopo aver evidenziato la riga relativa al Listino oggetto di modifica.

La maschera che ci viene proposta contiene i campi presenti nella tabella oltre al Codice Articolo: di tutti i campi esposti solo quello del Prezzo sarà in questa maschera modificabile. Prima di quel momento, e tipicamente in fase di inserimento Articolo, la tabella risulterà vuota.

Ad Articolo registrato, e quando modifichiamo il prezzo dell'Articolo di un Listino, ci verrà chiesto di salvare l'Articolo prima di procedere con una ulteriore modifica dello stesso Listino o con una modifica di un secondo Listino. La Parte inferiore della pagina consente invece di programmare le modifiche future ai prezzi e alle campagne promozionali attive e passive delle quali siamo già a conoscenza: Listino Futuro - È il prezzo che verrà attribuito all'Articolo in occasione della successiva revisione dei Listini.

Data Listino Futuro - È la data dalla quale decorre il nuovo Listino e quindi il prezzo presente nel campo Listino Futuro. Compilando anche questo campo, a partire dalla data inserita il prezzo di listino attivo verrà aggiornato di conseguenza. Promozionale di Acquisto - È il prezzo particolare al quale possiamo acquistare l'articolo all'interno di un periodo promozionale. Data Inizio, Data Fine - Sono due campi data che delimitano la durata temporale della promozione che consente di beneficiare del prezzo indicato nel campo precedente.

Promozionale di Vendita - È il prezzo particolare al quale possiamo vendere l'articolo all'interno di un periodo promozionale. Data Inizio, Data Fine - Sono due campi data che delimitano la durata temporale della promozione che consente di poter vendere l'Articolo al prezzo indicato nel campo precedente.

La pagina Extra contiene i seguenti tre campi puramente descrittivi: Ubicazione - Si tratta della collocazione fisica dell'Articolo all'interno di un magazzino, di un negozio o comunque di qualsiasi spazio dove vige la disposizione organizzata dei contenuti.

Magazzino e Produzione

Descrizione Estesa - È una descrizione dell'articolo che consente di inserire un numero maggiore di caratteri e quindi una descrizione più analitica. Nel Pannello Magazzino della Configurazione Azienda, selezionando l'opzione "Stampa descrizione aggiuntiva degli articoli nei documenti" aggiungeremo il contenuto di questo campo all'interno delle stampe dei documenti che lo prevedono.

Note - È un campo lasciato libero per inserire qualsiasi informazione aggiuntiva che è opportuno che segua la scheda dell'Articolo. È comunque opportuno ricordare che nella Barra degli Strumenti sono disponibili i tasti che più comodamente consentono, oltre ad inserire delle annotazioni, di allegare file di varia natura.

Numero di Colli - È il numero di elementi separatamente imballati che compongono l'Articolo. Peso Kg.

Altezza, Larghezza, Profondità cm. Codice ISO Paese di Origine - Va indicato da menù a tendina il codice che identifica lo stato europeo dal quale origina l'articolo.

Gestire il magazzino in modo semplice e veloce!

Provincia di Origine - La sigla della provincia dove origina l'articolo. Coefficiente Massa Netta - Nel trasporto internazionale va indicato anche il peso effettivo della merce senza nessun involucro, riempitura e supporto.

Nel caso questo dato non sia presente, va indicato un coefficiente che consente di calcolarlo partendo dall'unità di misura utilizzato per definire la quantità trasportata. Quantità in Confezione - Nel caso abbiamo risposto affermativamente alla domanda precedente, qui indicheremo il numero di pezzi di cui una confezione è composta. Gestione Fiscale?

Gestione di Magazzino? Stampa nei Listini? Gestione dei Lotti? Gestione e-businness? Tempo Riordino Previsto - Se l'informazione ci è nota, indichiamo il numero previsto di giorni che trascorrono dal momento dell'emissione dell'ordine al fornitore alla consegna effettiva della merce.

Spese di Trasporto - Indichiamo le spese di trasporto qualora siano specifiche per questo articolo, Nella pagina POS troviamo nella parte superiore opzioni ed informazioni relative alla gestione dell'Articolo all'interno di un punto vendita aperto al pubblico, e il riferimento del codice primario al quale eventualmente associare l'articolo nella parte inferiore.

Barcode - Codice a barre identificativo dell'Articolo. Reparto - Codice del Reparto al quale attribuiamo l'Articolo e che viene utilizzato dall'attività di scarico a mezzo misuratore fiscale. Descrizione su Scontrino - È la descrizione che deve comparire sulla stampa dello scontrino. Questo campo ha effetto se si dispone anche del Modulo P, specifico per la gestione del punto vendita. Stampa Etichetta Barcode? Prezzo al Peso?

Codice Primario - Se abbiamo selezionato Associato nel campo Tipologia presente sul pannello principale, inseriremo il codice primario al quale l'Articolo che stiamo registrando è considerato associato; la movimentazione dell'Articolo da questo momento in poi sarà registrata nelle schede facenti capo all'Articolo Primario.

In caso abbiamo selezionato nel campo Tipologia qualsiasi altra opzione, questo campo risulterà disabilitato. La pagina dei Depositi completa la pagina delle Giacenze aggiungendo alla situazione dei Magazzini il dettaglio della suddivisione per Titolo di Deposito.

Si tratta di una pagina puramente informativa all'interno della quale non è possibile aggiungere o modificare alcuna informazione se non l'inserimento manuale della Giacenza Fisica; la pagina contiene una tabella a scorrimento verticale dove ad ogni riga è abbinato un Titolo di Deposito e che mostra per ogni Titolo il Codice, la Descrizione, la Giacenza contabile e la Giacenza Fisica cioè quella rilevata dall'ultimo inventario.

Se le pagine delle Giacenze e dei Titoli si completavano per fornire un'informazione più esauriente riguardo alle disponibilità dell'articolo, la pagina Progressivi aggiunge elementi utili alla formazione di dati statistici e alla costruzione dei prezzi.

Stai cercando modello registro carico e scarico magazzino?

La pagina il cui contenuto è compilato da Konga, ripropone sulla sinistra la stessa tabella che abbiamo trovato nelle Giacenze e che ci restituisce il totale suddiviso per tutti i Magazzini che lo compongono. A fianco troviamo un riquadro contenente i dati progressivi per l'esercizio in corso dei progressivi di Carico-Scarico; i dati vengono mostrati a quantità e a valore e dettagliano: la Giacenza Iniziale, i Carichi, suddivisi tra Acquisti e Carichi Diversi e gli Scarichi suddivisi a loro volta tra Vendite e Scarichi Diversi.

Due bottoni posti a destra ci mostrano: il primo i Valori Medi degli Ultimi Carichi e il secondo i Valori Medi degli Ultimi Scarichi attraverso due finestre separate ancorché uguali nella struttura: ad ogni riga un movimento e per ogni movimento la Quantità Fiscale movimentata, il Valore Unitario e il Valore Complessivo oltre che gli estremi di Numero Interno e Data Movimento.

Prezzo Medio - Qui comparirà il valore calcolato dalla divisione del valore degli Scarichi per la quantità scaricata. La pagina Immagine si occupa di importare, esportare ed adattare le immagini collegate all'Articolo. Sono stati previsti tre tipi di immagine da collegare: la Miniatura, l'Immagine Web e l'Immagine Normale dove la prima è quella di più ridotte dimensioni mentre la terza è la più pesante; l'Immagine Web ha delle dimensioni intermedie che non devono superare quelle specificate nella pagina Magazzino della Configurazione Azienda.

Il menù a tendina che offre i tre tipi immagine, serve a selezionare quale stiamo caricando ma se ci limitiamo a caricare un'immagine di tipo Normale, Konga genererà autonomamente una versione Web e una versione Miniatura se carichiamo esclusivamente l'immagine Web Konga potrà generare solo la versione Miniatura: è possibile solo ridimensionare un'immagine senza perdita di qualità, non ingrandire.

I pulsanti con i quali è possibile impostare le immagini sono i seguenti: Seleziona - Apre la finestra di navigazione da dove è possibile raggiungere il file che vogliamo caricare. Il percorso seguito per raggiungere il file verrà mostrato nel campo Percorso.

Apri - Consente di aprire l'immagine in un software esterno stabilito dalle preferenze del sistema operativo. Esporta - Consente l'esportazione dell'immagine nel suo formato di origine.

Nuovi software simili a Magazzino Pro Carico e Scarico

Elimina - Consente l'eliminazione dell'immagine Adatta - Consente di passare dalle dimensioni reali dell'immagine a quelle ottimizzate per la dimensione del rettangolo di visualizzazione e viceversa.

Attenzione Prima di premere uno qualsiasi dei pulsanti è opportuno scegliere dal menù a tendina su che tipo di immagine ci stiamo accingendo ad intervenire: Miniatura, Web, Normale. Nota Se nel pannello Extra della Configurazione Database abbiamo selezionato l'opzione "L'immagine viene recuperata contestualmente all'apertura dell'articolo", l'immagine verrà caricata automaticamente nel momento in cui apriamo la scheda Articolo e sarà subito visibile nel Formato di Default prescelto sempre in Configurazione Database.

Senza questa opzione selezionata, verrà caricata solo la Miniatura se presente, cioè l'immagine più piccola disponibile. La pagina Tag si occupa di riclassificare gli articoli attribuendo loro delle classificazioni di nostra impostazione. La pagina Fornitori si occupa di riepilogare il o i fornitori disponibili per la fornitura dell'Articolo, le condizioni di acquisto e lo stato del fornitore se è cioè da considerarsi attivo o non più in uso. La pagina è composta da un'unica tabella contenente per ogni riga un fornitore censito e nelle colonne le informazioni relative a Codice e Ragione Sociale del fornitore, Codice Articolo del Fornitore, Sconto e Prezzo d'Acquisto praticati e la data alla quale si riferiscono.

Per intervenire sulla tabella abbiamo i soliti tre pulsanti sulla parte destra che modificano, aggiungono o eliminano le righe fornitore, quest'ultima azione dopo che abbiamo evidenziato la Riga contenente i dati del Fornitore oggetto di cancellazione.

Account Options

L'inserimento e la modifica vengono realizzate attraverso la seguente maschera: che andrà compilata come segue per ogni fornitore: Codice Fornitore - Codice con il quale abbiamo codificato il Fornitore nella nostra procedura. Ragione Sociale - Ragione Sociale del Fornitore. Codice Valuta - Campo in sola lettura pilotato dal Codice Fornitore sopra specificato dove compare il codice della valuta associata al fornitore.

Coefficiente di Cambio - Altro campo in sola lettura dove compare il coefficiente di cambio della valuta mostrata dal campo precedente. Codice Articolo - Codice Articolo.