Fuoribordo Batteria Scarica

Fuoribordo Batteria Scarica fuoribordo batteria

zzpp.info › books. Il motore può essere un fuoribordo, un entrobordo, un entrofuoribordo; può dell​'imbarcazione se la batteria scarica è, in genere, la seconda causa delle. Se la batteria motore è scarica, si può creare un ponte fra i contatti delo staccabatterie e assorbire ampere da quelle servizi. Ecco come fare. Motore fuoribordo W 12V + batteria per 5 Km di autonomia* perfetto per un assorbimento prolungato nel tempo ed una scarica media del 50% non le. Sono batterie costruite per avere cicli di scarica medi del 5% rispetto alla carica Inoltre dobbiamo considerare che i nuovi motori fuoribordo hanno alternatori.

Nome: fuoribordo batteria
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 22.41 MB

Una configurazione presente ancora su migliaia di barche ma che va scomparendo da qualche anno sulle barche più moderne. Oggi infatti, i produttori preferiscono evitare una situazione in cui le batterie servizi e motore siano collegate in parallelo.

Questo per evitare che a causa di qualche dimenticanza, con i servizi in funzione, anche la batteria motore si possa esaurire e impedirci la messa in moto. In questo caso sarebbe utilissima la possibilità di passare a un collegamento in parallelo per sfruttare gli ampere delle batterie di servizio. Ma se siamo su una barca moderna, dove questa possibilità è esclusa, come fare? La possibilità è quella di creare un ponte come mostriamo nel video. Per farlo è sufficiente individuare i contatti dello staccabatterie e con una chiave inglese unirli in modo da creare un collegamento in parallelo.

Batteria collegata al contrario Ci sono cascato anche io. Ebbene si, ieri nel cambiare batteria andando a sostituire la vecchia con la nuova ho voluto prima di collegarla e posizionarla bene, provarla.

Domande e risposte dei clienti

Vado a collegare il tutto e subito sento un ronzio strano proveniente da sotto il serbatoio, immediatamente butto gli occhi sulla batteria e mi accorgo della scemenza che ho fatto staccando tutto subito. Ricollegata in modo corretto a momenti mi prende un infarto perché non parte nulla ne si accende nulla, la paura di aver veramente bruciato qualsiasi cosa è tanta. Lo staccabatterie deve essere di qualita' è un componente molto importante ,uno sguardo ai connettori per evitare sorprese ossido ,conviene effetuarlo ogni tanto,un velo di vasellina bianca sui connettori evita la formazione di ossido.

La posizione dello stesso è consigliabile al riparo gavone o consolle ,e protetto da eventuale umidita'. Aggiorno la discussione.

Riguardo ai motori entrobordo ho ricevuto alcune richieste sull'istallazione delle batterie ,devo fare alcune precisazioni. Spesso si istallano 2 batterie,e si fanno lavorare costantemente in parallelo,questo sarebbe assolutamente da evitare. Primo perchè se una delle batterie va in avaria,assorbe anche l'energia di quella sana e si ci ritrova con 2 batterie scariche.

Secondo,a volte si istallano batterie di amperaggio diverso ad es. Molto pericoloso il tentativo di avviamento con la batteria piu'piccola scarica,ponendo in parallelo quella piu'grande.

Batteria motore scarica? Risolvo con un ponte

Al momento dell'avviamento,riceve una violenta scarica dalla batteria piu'grande il cosidetto spunto ,che nel peggiore dei casi,puo'far esplodere la batteria con le gravi conseguenze che si possono immaginare. Quindi se ho un natante con 2 motori entrobordo,e utilizzo vari servizi di bordo tipo salpaancora, da utilizzare a motore gia'in moto ,ho 2 possibilita'.

In questo schema,impianto due batterie e due motori. In condizioni normali,staccabatt,1,posiz on,staccabatt. Situazione di batteria 2 in avaria,staccabatt.