Carica Scarica Condensatore Formule

Carica Scarica Condensatore Formule carica condensatore formule

i = frac(f_(em))(R)*e^(- frac(t)(RC)). q(t) = Q * e^(- frac(t)(RC)). W_C = 1/2 frac(Q^2)(C). W_C = 1/2 frac(Q^2)(C) = 1/2 * C(f_(em) ^2). zzpp.info › ~traini › didattica › fisII_BIO › circuitiRC.

Nome: carica condensatore formule
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 27.59 Megabytes

Un circuito RC è un circuito elettrico composto da una resistenza elettrica R e da un condensatore di capacità C collegati in serie tra di loro con un generatore di tensione ideale che fornisce una ddp costante. In questo caso il valore della corrente che scorre nel circuito non sarà costante ma varierà nel tempo. In questa condizione il condensatore si comporta quindi come un circuito aperto con la corrente che si è annullata ed esso sarà completamente carico.

I grafici di Q ed i sono i seguenti: Come variano invece la tensione VC tra le armature del condensatore e la tensione VR ai capi della resistenza? Processo di scarica del condensatore in un circuito RC Prendiamo in considerazione un condensatore di capacità C inizialmente carico con carica Q collegato in serie a una resistenza R attraverso un circuito dotato di interruttore inizialmente aperto: Tra le armature del condensatore esiste una differenza di potenziale V essendo esso carico, a causa della separazione tra le cariche positive e negative presenti nelle due armature.

In tal modo il condensatore si comporta proprio come un generatore di tensione.

A questo punto il condensatore C è collegato alla batteria E attraverso la resistenza R: nel circuito passa corrente e dunque il condensatore si carica.

La carica termina quando la tensione su C raggiunge quella della batteria E: a questo punto il condensatore è completamente carico e nel circuito non passa più corrente. Per comprendere meglio la carica del condensatore, consideriamo la tensione VR ai capi del resistore R.

Infatti la tensione sul condensatore è legata alla carica accumulata sulle armature e, all'istante iniziale, tale carica è ancora zero. Ne consegue che, applicando la legge di K. Dunque al momento della chiusura del tasto VC è zero, mentre VR ha un valore non nullo.

Finché, quando C è completamente carico, la tensione VC raggiunge la tensione di batteria E, la tensione VR arriva a zero e la corrente si annulla. Quando il condensatore è completamente carico il circuito raggiunge una condizione di equilibrio. La valvola rappresenta il resistore.

Infatti, nel corso della carica del condensatore, l'energia immagazzinata nel suo campo elettrico richiede tempo per passare da zero al valore finale. La legge di variazione sia della tensione ai capi del condensatore che della corrente nel circuito è di tipo esponenziale.

Vediamo di riassumere le più importanti proprietà.

A sinistra sono mostrate le leggi che regolano la carica, a destra quelle della scarica. Al flusso ordinato di carica elettrica costituente la corrente di carica scarica corrisponde uno spostamento elettrico di carica nel dielettrico compreso tra le armature del condensatore che si polarizza depolarizza.

Al lavoro compiuto dal generatore corrisponde, a meno della potenza elettrica dissipata nelle resistenze, l'energia accumulata nel dielettrico del condensatore; tale energia è totalmente dissipata nelle resistenze durante la scarica.